}

10/08/2022

CODICE PDR: COS'È, DOVE SI TROVA E A COSA SERVE

cos'è il codice PDR della fornitura gas

Il PDR è un codice numerico che identifica, in modo univoco, un fornitura di gas naturale. Il codice PDR è molto importante ed è fondamentale conoscerlo nel momento in cui si desideri effettuare un cambio di fornitore gas per approfittare di un'offerta gas conveniente oppure nel caso in cui si abbia la necessità di effettuare una voltura o un subentro.

Scopriamo insieme che cos'è il codice PDR, come viene generato, dove è possibile reperirlo e perché è importante conoscerlo.

Che cos'è il PDR e come è composto?

Analogamente al POD per quanto riguarda l'energia elettrica, il codice PDR o punto di riconsegna del gas naturale è un identificativo numerico formato da 14 cifre che identifica ciascun punto fisico di fornitura del gas, ossia il punto della rete di distribuzione in cui il cliente finale preleva il gas acquistato dal proprio fornitore di materia prima.

In particolare, il PDR è composto da due gruppi di cifre:

  • i primi 4 numeri identificano il distributore che si è occupato di allacciare inizialmente il contatore del gas alla rete di distribuzione;

  • le restanti 10 cifre identificano invece l'utente finale

È importante ricordare di non confondere il PDR con la matricola del contatore: il primo identifica infatti il punto fisico di riconsegna del gas, mentre la seconda è un codice identificativo dell'apparecchio stesso e può essere visualizzata semplicemente leggendo il proprio contatore gas.

Chi rilascia il codice PDR gas?

Il codice PDR viene rilasciato dal distributore gas che si occupa del primo allacciamento del contatore alla rete di distribuzione. Il distributore gas non va confuso con il fornitore di energia: il primo, infatti, si occupa di gestire la rete fisica che consente al cliente finale di ricevere la materia prima, il fornitore si occupa esclusivamente della compravendita di gas metano.

Poiché il codice PDR viene creato al momento dell'allacciamento alla rete, non si modifica quando l'utente finale decide di cambiare fornitore gas così come non varia nel caso in cui un consumatore subentra a un vecchio intestatario, dopo aver acquistato un immobile già abitato in precedenza. Questo importante codice identificativo non cambia neanche se si sostituisce il contatore gas (caso in cui cambierà invece la matricola).

A cosa serve il PDR gas?

Conoscere il PDR associato alla fornitura di gas è indispensabile per poter effettuare alcune operazioni quali il cambio di fornitore, una voltura o un subentro: se avete acquistato una nuova abitazione o avete appena stipulato un nuovo contratto di affitto, per poter intestare a voi l'utenza del gas avrete bisogno di conoscere il codice identificativo della stessa così da comunicarlo al fornitore scelto, insieme agli altri documenti richiesti, al fine di avviare le procedure. Anche nel caso in cui abbiate la necessità di chiudere una fornitura gas sarà necessario comunicare il PDR al vostro fornitore per consentirgli di identificare in modo univoco l'utenza da cessare.

Il codice PDR è necessario anche nel caso in cui dobbiate chiudere o spostare un contatore a seguito di lavori di ristrutturazione: in questo caso dovrete comunicare il codice al distributore della rete così che possa procedere con le dovute verifiche e avviare le procedure necessarie.

Dove si trova il codice PDR?

Qualsiasi sia la motivazione per cui avete necessità di conoscerlo, reperire il codice PDR è molto semplice, infatti potete trovarlo:

  • indicato in bolletta, generalmente nella prima pagina insieme ai dati anagrafici e di fornitura quali, ad esempio, il codice cliente, il codice REMI, la matricola del contatore e il consumo in smc di gas;

  • nel menu del vostro contatore, qualora abbiate un contatore elettronico e questa informazione sia consultabile. 

Come recuperare il codice PDR senza bolletta?

Abbiamo visto come il codice PDR sia importante per avviare alcune procedure legate alla fornitura di gas metano: ma cosa possiamo fare se non abbiamo a disposizione questo codice, ad esempio perché si tratta di una casa appena acquistata di cui non conosciamo il vecchio proprietario e per cui abbiamo necessità di effettuare un subentro?

In questi casi sarà necessario recuperare il codice dal contatore elettronico o, se non indicato o se il contatore è stato rimosso, oppure contattando il distributore locale.