}

24/08/2022

GAS NATURALE: COS'Ѐ, COME SI FORMA E A COSA SERVE 

gas naturale cos' come si forma e a cosa serve

Il gas naturale è, ad oggi, una delle risorse energetiche più importanti e usate al mondo: le sue applicazioni coinvolgono sia l'industria che l'uso domestico, per arrivare anche all'alimentazione dei veicoli. Si tratta di un combustibile fossile, come il carbone e il petrolio, che si forma a seguito di lunghissimi processi naturali. Conosciamo meglio il gas naturale in questo articolo di approfondimento.

Come si forma il gas naturale?

Il gas naturale è il risultato di un lunghissimo processo di decomposizione avvenuto milioni di anni fa: in particolari condizioni di temperatura, pressione e assenza di ossigeno, la lenta decomposizione di sostanze organiche ha generato depositi di gas naturale nel sottosuolo che possono trovarsi in giacimenti di solo gas o, più spesso, in giacimenti misti di gas e petrolio.

Proprio per via di questo complesso ed estremamente lungo processo di formazione naturale del gas, questa risorsa è classificata come combustibile fossile ed è a tutti gli effetti una fonte energetica non rinnovabile

Dove si trovano i principali giacimenti di gas naturale

I principali giacimenti di gas naturale si trovano nel Golfo Persico, Iran e Qatar. Secondo i dati dell'Agenzia Internazionale dell'Energia, i maggiori produttori di gas al mondo risultano essere gli Stati Uniti e la Russia, seguiti da Iran e Cina.

Come si trasporta il gas?

Il gas naturale viene estratto dai giacimenti sotterranei tramite trivellazione per poi essere distribuito a tutti i paesi che lo hanno acquistato. Il trasporto dei gas avviene in due modi:

  • tramite metanodotti, in questo caso il gas naturale viene trasportato allo stato gassoso e ad altra pressione e distribuito attraverso una complessa rete di condutture dedicate;

  • con trasporto navale, in questo caso il gas viene liquefatto (GNL) e trasportato con apposite navi metaniere.

In caso di trasporto via metanodotti, il gas raggiunge dei punti localizzati dove i metanodotti intercontinentali si collegano alla rete di distribuzione nazionale consentendo così l'immissione della materia prima. In caso di trasporto navale, sono sempre previsti dei punti di consegna predefiniti, ma prima di essere immesso nella rete di distribuzione nazionale, il gas viene riportato dallo stato liquido a quello gassoso in appositi impianti detti rigassificatori. Successivamente potrà essere distribuito in tutta la rete, per arrivare poi agli utenti finali.

Che differenza c'è tra gas metano e gas naturale?

Sebbene spesso i termini gas naturale e gas metano sono utilizzati come sinonimi, non si tratta esattamente della stessa cosa. Il gas naturale è infatti formato da diversi componenti:

  • metano

  • etano

  • butano

  • propano

  • pentano

Oltre agli idrocarburi citati, il gas naturale contiene spesso anche altre sostanze tra cui anidride carbonica, azoto o tracce di ossigeno. Dato che il metano è il componente principale del gas naturale, superando il 90% del totale, spesso i due nomi vengono utilizzati in modo equivalente.

Da cosa deriva l'odore tipico di gas?

Il metano è una sostanza incolore e del tutto inodore ed essendo la componente principale del gas naturale utilizzato anche nelle case, rende quest'ultimo del tutto primo di qualsiasi odore.

Dato l'elevato rischio rappresentato da una fuga di gas, il gas naturale viene addizionato di tioli che gli conferiscono la caratteristica "puzza di gas", fondamentale per rendere facilmente rilevabili eventuali perdite e ridurre i rischi di intossicazione o esplosione.

A cosa serve il gas naturale: gli impieghi domestici e industriali

Il gas naturale trova applicazione sia in ambito industriale che domestico, oltre ad essere un'alternativa a benzina e diesel in qualità di combustibile per veicoli.

A livello domestico, il gas naturale viene utilizzato principalmente per cucinare sfruttando i classici piani di cottura a gas e per il riscaldamento dell'acqua e dell'ambiente tramite caldaia.
Il gas viene inviato agli utenti finali grazie a una rete di distribuzione capillare che raggiunge ogni singola utenza (identificata da un contatore e un codice PDR - punto di riconsegna) e viene venduto al consumatore dal fornitore luce e gas con cui ha attivato l'offerta gas prevista dal suo contratto di fornitura: il consumo di gas è misurato in smc o standard metri cubi ed è facilmente monitorabile grazie alla lettura del contatore.

A livello industriale, il gas naturale viene utilizzato anche per produrre sostanze derivate come l'ammoniaca o il metanolo (per cui si usa il metano) o l'etilene, per cui viene ad esempio utilizzato l'etano.  Il gas naturale viene anche utilizzato come fonte per la produzione di energia elettrica in molti impianti.