}

13/07/2022

QUANTO CONSUMA UNA LAMPADINA DI CASA?

Quanto consuma una lampadina di casa?

Siamo spesso portati a pensare che la maggior parte dei consumi domestici di energia elettrica sia legata ai grandi elettrodomestici, come frigoriferi, lavatrici e lavastoviglie e tendiamo a trascurare o sottostimare il peso dell'illuminazione: ma sappiamo realmente quanto consumano le luci di casa e quale sia il loro impatto sulla bolletta della luce?

Sicuramente un frigorifero o una lavastoviglie presentano dei consumi importanti ed è fondamentale fare attenzione al loro utilizzo e, prima ancora, alla loro scelta in fase di acquisto: informazioni come la classe di efficienza, i consumi medi o le caratteristiche specifiche riportate sull'etichetta energetica sono un valido aiuto per effettuare una scelta consapevole.

Questo vale anche per le lampadine: esistono diversi tipi di lampadine in commercio, a incandescenza, fluorescenza o led, solo per citarne alcune, e ciascuna ha le sue caratteristiche e i suoi consumi specifici. Quando acquistate le lampadine di casa, sulle confezioni potrete ricavare importanti informazioni come la classe energetica, la potenza in watt e il colore della luce emessa.

Scegliere le giuste lampadine potrà aiutare a ridurre sensibilmente la vostra bolletta luce: a fronte di una spesa maggiore per l'acquisto infatti, le lampadine a risparmio energetico consentono di abbassare molto i costi in fattura. Vediamo come. 

Come si calcola il consumo in kW di una lampadina?

La prima cosa da fare per valutare i consumi di una lampadina e il conseguente costo è calcolare i kW corrispondenti alla potenza indicata. Se volete calcolare il consumo in kW di una lampadina vi basterà seguire questi semplici passaggi:

  • Per prima cosa, cercate sulla confezione della lampadina o sulla lampadina stessa l'indicazione dei watt consumati;

  • Dividete il numero trovato per 1000 così da avere i consumi in kW


Ricordate che i watt di riferimento sono quelli realmente assorbiti dalla lampadina per consentirne il funzionamento e non quelli indicati come resa stimata, ad esempio sulle lampadine a led: questo secondo valore serve principalmente per consentire un confronto con le altre tipologie di lampadina e permette di effettuare un acquisto più consapevole.

Facciamo due esempi: se avete una lampadina a led che consuma 6 W con una resa di 60 W, per calcolare il relativo consumo in kW, dovete partire proprio dal numero 6 ottenendo un consumo effettivo di 0,006 kW.
Se invece in casa vostra state utilizzando ancora le lampadine a incandescenza, una luce da 60 watt consumerà 0,060 kW, dieci volte in più di quella al led per ottenere la stessa resa.

Quanti kWh consuma una lampadina in un anno?

Poiché i fornitori di luce vendono l'energia elettrica con costi per kWh, per poter valutare la spesa complessiva che avremo in bolletta è prima necessario stimare i kWh consumati dalla nostra lampadina, ad esempio in un anno. Per calcolare l'energia elettrica consumata in un anno da una lampadina di casa, è necessario stimare quante ore resterà accesa, mediamente, ogni giorno. Per fare questo, è importante considerare alcuni aspetti:

  • i consumi giornalieri non saranno uguali per tutto l'anno, infatti terremo le luci accese per più tempo in inverno piuttosto che in estate;

  • anche la stanza incide sui consumi perché è ragionevole pensare che una lampadina in cucina sarà più utilizzata di una in bagno.

Fatte queste premesse, possiamo provare a stimare le ore di utilizzo giornaliere della nostra lampadina. Ipotizziamo quindi che la utilizzeremo per 3 ore al giorno: questo significa che la nostra lampadina resterà accesa, in media, per 1.095 ore in un anno.

Ottenere i kWh assorbiti dalla lampadina in un anno è semplicissimo, basterà moltiplicare la potenza in kW per le ore di utilizzo stimate. Riprendendo i due esempi precedenti, le nostre due lampadine consumeranno, in un anno, 65,7 kWh per la lampadina a incandescenza e 6,57 kWh per quella led.

Quanto incide il consumo di una lampadina sulla bolletta della luce?

Una volta che abbiamo capito quanti kWh consuma la nostra lampadina, possiamo facilmente calcolare quanto l'uso delle luci di casa inciderà sulla nostra bolletta luce: considerando un costo medio per kWh di 0,20 €, per conoscere la spesa legata alla lampadina sarà sufficiente applicare questa formula:

spesa € = consumi in kWh x costo al kWh  


Ecco quindi che, per le nostre due lampadine considerate negli esempi, dovremo aspettarci le seguenti spese annue in bolletta:

  • la lampadina a incandescenza peserà sulla fattura luce per 65,7 kWh x 0,20 € = 13,14 €

  • la lampadina a led, con analoga resa, costerà solo un decimo, infatti avremo 6,57 kWh x 0,20 € = 1,31 €

Diventa facile capire come, in una casa con 4 lampadine che nel corso dell'anno consumano come indicato dai nostri esempi, la spesa complessiva in bolletta può facilmente superare i 50 € annuali in caso di lampadine a incandescenza con una potenza di 60 W. Questi costi aumenteranno se la potenza delle luci è superiore, se crescono le ore di utilizzo o se ci sono più lampadine in casa (pensate ad esempio a quanti lampadari, oggi, richiedono due o più lampadine).

Al contempo, si nota subito come l'uso di lampadine a risparmio energetico consente di ridurre notevolmente i costi in bolletta associati all'illuminazione di casa.

Come ridurre i consumi delle lampadine di casa

Per poter ridurre i consumi legati alle luci di casa, si possono seguire alcuni semplici accorgimenti:

  • sostituite tutte le lampadine a incandescenza con lampadine a risparmio energetico; il loro costo è superiore, ma sarà velocemente compensato dalla maggior durata e dai minori consumi;

  • evitate di lasciare accese le luci nelle stanze non utilizzate; questa può sembrare un'ovvietà, ma la verità è che non sempre stiamo attenti a spegnere le luci inutilizzate;

  • valutate un offerta luce bi o multioraria (basato quindi sulle fasce f1, f2 e f3 di consumo energetico) poiché in questo modo le luci saranno utilizzate principalmente nelle ore della giornata a costi inferiori.