BONUS SOCIALE

Dal 2009 è attivo il cosiddetto “bonus sociale”, ovvero il regime di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di gas naturale e/o energia elettrica. In questa pagina trovi tutte le informazioni necessarie per capire cosa sono i bonus sociali energia elettrica e gas, chi ne ha diritto, quanto valgono e come richiederli.
 

BONUS GAS 

Il bonus sociale gas è uno sconto applicato nella bolletta per la fornitura di gas naturale. Questo strumento è stato introdotto dal decreto legge 185/08, convertito con la Legge 2/2009, e ha l’obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico e le famiglie numerose, garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per il gas. Il bonus gas è valido esclusivamente per il gas metano distribuito a rete per i consumi nell’abitazione di residenza (non è valido per il gas in bombola o per il GPL).


Chi può accedere al bonus gas?
 

Possono accedere al bonus gas tutti i clienti domestici intestatari di una fornitura di gas naturale nel luogo di residenza con i seguenti requisiti: 
•    ISEE inferiore o uguale a 7.500 euro,
•    ISEE inferiore o uguale a 20.000 euro per le famiglie numerose (con più di 3 figli a carico)
•    misuratore di classe non superiore a G6.


Quanto si risparmia con il bonus gas?
 

Il bonus gas consente un risparmio del 15% circa sulla spesa media annua per la fornitura di gas naturale. 
L’ammontare della compensazione varia però in base alla tipologia di utilizzo del gas, al numero di persone residenti nella stessa 
abitazione e alla zona climatica di residenza.


Chi determina il bonus sociale? Per quanto tempo è valido il bonus sociale?
 

Il bonus gas è determinato ogni anno dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico ed è valido per dodici mesi. 
Superati i dodici mesi se ne può essere richiesto il rinnovo, in caso di permanenza delle condizioni di disagio economico.


Come si può richiedere il bonus gas?
 

Per richiedere il bonus gas il cittadino deve recarsi presso il proprio Comune di residenza o presso altro istituto da questo designato, presentando l’apposita modulistica compilata in ogni sua parte.
Per compilare i moduli sono necessarie le seguenti informazioni:

–    Dati anagrafici del cliente
–    Residenza
–    Stato di famiglia
–    Informazioni sulle caratteristiche del contratto di fornitura di gas (reperibili sulla bolletta)

Tali moduli sono disponibili sul sito dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas www.autorità.energia.it
Oltre all’apposita modulistica, il cittadino che intende fare richiesta di ammissione al bonus sociale dovrà allegare copia dell’attestazione ISEE, unitamente alla copia del proprio documento di identità. 
Per ulteriori informazioni è possibile consultare anche il sito del Ministero dello Sviluppo Economico www.sviluppoeconomico.gov.it o chiamare il numero verde 800.166.654 o visitare il sito www.bonusenergia.anci.it



BONUS ELETTRICO


Il bonus sociale elettrico è uno sconto applicato nella bolletta per la fornitura di energia elettrica. Questo ha l’obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico e le famiglie numerose, garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per il gas. Il bonus elettrico è previsto anche per i casi di disagio fisico, cioè per i casi in cui una grave malattia costringa all’utilizzo di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita.

Chi può accedere al bonus elettrico?
 

Possono accedere al bonus gas tutti i clienti domestici intestatari di una fornitura elettrica nel luogo di residenza con i seguenti requisiti: 
•    ISEE inferiore o uguale a 7.500 euro,
•    ISEE inferiore o uguale a 20.000 euro per le famiglie numerose (con più di 3 figli a carico)


Quanto si risparmia con il bonus elettrico?
 

Il bonus elettrico consente un risparmio del 20% circa sulla spesa media annua per la fornitura di energia elettrica per le famiglie in condizioni di disagio economico e per le famiglie numerose. L’ammontare della compensazione varia però in base al numero di componenti della famiglia e per l’anno 2014 è di:
•    72 euro per una famiglia di 1 o 2 persone
•    92 euro per 3 o 4 persone
•    156 euro per più di 4 persone
Per quanto riguarda invece i casi di disagio fisico, l’ammontare della compensazione varia in base al numero di apparecchiature medico-terapeutiche salvavita utilizzate e al tempo giornaliero del loro utilizzo.


Chi determina il bonus elettrico? Per quanto tempo è valido il bonus elettrico?
 

Il bonus elettrico è determinato ogni anno dall’Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico ed è valido per dodici mesi. Superati i dodici mesi se ne può essere richiesto il rinnovo, in caso di permanenza delle condizioni di disagio economico.


Come si può richiedere il bonus elettrico?
 

Per richiedere il bonus elettrico il cittadino deve recarsi presso il proprio Comune di residenza o presso altro istituto da questo designato, presentando l’apposita modulistica compilata in ogni sua parte.
Per compilare i moduli sono necessarie le seguenti informazioni:

–    Dati anagrafici del cliente
–    Residenza
–    Stato di famiglia
–    Informazioni sulle caratteristiche del contratto di fornitura dell’energia elettrica (reperibili sulla bolletta)

Tali moduli sono disponibili sul sito dell’Autorità di Regolazione per Reti, Energia e Ambiente www.arera.it
Oltre all’apposita modulistica, il cittadino che intende fare richiesta di ammissione al bonus sociale dovrà allegare copia dell’attestazione ISEE, unitamente alla copia del proprio documento di identità. 
Per ulteriori informazioni è possibile consultare anche il sito del Ministero dello Sviluppo Economico www.sviluppoeconomico.gov.it, chiamare il numero verde 800.166.654 oppure visitare il sito www.bonusenergia.anci.it


RINNOVI BONUS SOCIALE - NORME SPECIFICHE A SEGUITO DELL' ATTUALE EMERGENZA SANITARIA 

Comunichiamo a tutti i clienti che, in considerazione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, delle connesse misure normative gradualmente introdotte ed estese a tutto il territorio nazionale al fine di contenere e gestire tale emergenza, nonché dell’impatto di tali misure in termini di limitazione della mobilità delle persone e di possibile limitazione dell’operatività delle strutture preposte alla gestione dei flussi di comunicazione in materia di bonus ai cittadini interessati, l’Autorità in data 18/03/2020 ha pubblicato la delibera 17 marzo 2020 76/2020/R/com2, prorogata e modificata dalla delibera 28 aprile 140/2020/R/com3. Con tali provvedimenti l’Autorità ha previsto che per i cittadini cui il termine per il rinnovo del bonus sociale elettrico, gas e idrico è in scadenza nel periodo 1 marzo – 31 maggio 2020 sia possibile rinnovare la domanda per l'erogazione dei bonus oltre la scadenza originaria prevista, prolungando i tempi fino al 31 luglio 2020.
Una volta accettata la domanda, a seguito delle normali verifiche, sarà garantita la continuità dei bonus, con validità retroattiva a partire dalla data di scadenza originaria e per un periodo di 12 mesi.
Pertanto, tutti i cittadini beneficiari di bonus in scadenza al 30 aprile 2020 (con termine per il rinnovo al 31 marzo) o al 31 maggio (con temine per il rinnovo al 30 aprile) o al 30 giugno (con termine per il rinnovo al 31 maggio) potranno richiedere il rinnovo entro il 31 luglio per vedere garantito l'ulteriore periodo di 12 mesi in continuità con il precedente.
E’ stabilito inoltre che siano sospesi i flussi delle comunicazioni di SGAte relative alla necessità di rinnovo della domanda di bonus, all'ammissibilità o meno al regime di compensazione, all'emissione dei bonifici domiciliati agli utenti indiretti e all'accettazione o meno delle domande di riemissione dei bonifici non riscossi.
Il periodo di validità delle previsioni sopra riportate potrà essere aggiornato in conformità ai possibili futuri provvedimenti normativi in materia di emergenza COVID-19.