MERCATO LIBERO

Energia, fine del mercato tutelato per luce e gas: cosa cambia per i clienti finali e quali sono le opportunità

I servizi di tutela (mercato tutelato) sono i servizi di fornitura di energia elettrica e gas naturale con condizioni contrattuali ed economiche definite dall'Autorità - ARERA, per i clienti finali di piccole dimensioni (quali famiglie e piccole imprese) che non hanno ancora scelto un venditore nel mercato libero.

Dopo una serie di proroghe, la normativa ha previsto il progressivo passaggio dal mercato tutelato a quello libero dal 1° gennaio 2022. Cosa significa questa data per i consumatori? In buona sostanza, significa che chi ad oggi è un utente del mercato tutelato, sarà obbligato a scegliere un fornitore, sia per la luce che per il gas, tra quelli presenti nel mercato libero.

Al fine di non incorrere in problematiche, proponiamo di seguito una breve guida per orientarsi e per fare chiarezza su cosa accadrà realmente con la fine del mercato tutelato e quali sono le opportunità per i consumatori.

Qual è la differenza tra mercato tutelato e mercato libero?

Da alcuni anni, in Italia esistono due tipi di mercati dell'energia: il mercato tutelato e il mercato libero.
Con il mercato tutelato, i consumatori hanno accesso all’energia alle condizioni economiche e contrattuali fissate dall’ARERA ovvero l'autorità per l’energia. Il prezzo dell’energia è definito proprio dall'ARERA in base all’oscillazione del valore delle materie prime sul mercato.
Nel mercato libero, invece, i costi dell’energia non sono controllati dall'ARERA ma sono determinati direttamente dai singoli fornitori di gas e di energia elettrica che possono fissare liberamente tariffe e sconti, nel rispetto delle delibere previste dall'Autorità. Nel mercato libero, le diverse società di energia, in concorrenza tra loro, avranno la possibilità di offrire diverse soluzioni contrattuali ai consumatori. I clienti finali perciò avranno la possibilità di scegliere l’operatore che offre le tariffe migliori secondo le loro esigenze e, come in altri mercati, il prezzo sarà determinato dalla concorrenza tra operatori e dall’incrocio tra domanda e offerta.

Quando è iniziata la liberalizzazione del mercato energetico in Italia?

La liberalizzazione del mercato dell’energia in Italia è iniziata con il Dl. n. 79 del 16 marzo 1999 (decreto Bersani). Tale decreto ha portato a una graduale liberalizzazione delle attività di produzione, importazione, esportazione, acquisto e vendita di gas e di energia elettrica. Dopo una prima liberalizzazione del mercato del gas, nel 2003, dal luglio 2007 l'intero mercato dell’energia in Italia è liberalizzato grazie anche alla volontà della Comunità Europea che ha fortemente voluto l'intera liberalizzazione al fine di incrementare gli investimenti nel settore energia e sull'energia da fonti rinnovabili. In quest'ottica, ogni fornitore può decidere di entrare sul mercato in qualsiasi momento e i clienti possono scegliere liberamente a quale fornitore rivolgersi. 

Quando finirà il mercato tutelato dell'energia?

La fine del mercato tutelato è stata rimandata più volte: prima dal 2018 al 2019, poi a luglio 2020 e ora a gennaio 2022. Perché questo slittamento? Si tratta di una forma di tutela nei confronti dei consumatori poichè, secondo quanto dichiarato dal Governo, risulterebbero da chiarire una serie di elementi che possano garantire la massima informazione e trasparenza delle proposte tariffarie nei confronti dei clienti finali .

Quali sono i vantaggi e i rischi per i consumatori?

La fine del mercato tutelato potrerà benefici economici ai clienti finali poichè tendenzialmente, come avviene in tutti i mercati, la maggiore concorrenza produrrà un abbattimento dei costi. Ma, proprio in quest'ottica, occorre avere delle accortezze per evitare di finire nelle mani di qualche operatore senza scrupolo.
Il rischio, infatti, è quello di dare vita a un mercato selvaggio verso clienti poco informati e non preparati. Ad esempio, già in questo periodo molti operatori stanno contattando i clienti dei competitor utilizzando proprio l’espediente della fine del mercato tutelato per agganciarli. Ecco che allora che diventa determinante scegliere con cura il fornitore del servizio di gas ed energia elettrica.

Come difendersi?

Con la fine del mercato tutelato, molti consumatori si troveranno di fronte alla difficoltà di dover scegliere fra le decine di operatori presenti (ed forse ad altri che arriveranno) quello più confacente alle proprie necessità. Come difendersi per evitare di incorrere in problemi e trappole?
Il consiglio è quello di non fare riferimento solo alle promozioni e alle miracolose offerte di risparmio che gli operatori faranno per acquisire nuovi clienti. È importante selezionare un operatore affidabile, che operi nella massima trasparenza e, in alcuni casi, affidarsi al proprio fornitore storico per richiedere una tariffa nel mercato libero senza nessuna variazione particolare.

Cosa fare in caso di dubbi?

Nuovenergie Spa, da anni, fornisce energia elettrica e gas metano sia ai privati che alle aziende e al retail, privilegiando criteri di risparmio, economicità e trasparenza. 
Per qualsiasi dubbio relativo alla fine del mercato tutelato, Nuovenergie è disponibile a fornire informazioni:  informazioni via mail contatti@nuovenergiespa.it o telefonando al servizio clienti al numero 800917796.