03/07/2024

PULIZIA CONDIZIONATORI: I PASSAGGI DA SEGUIRE PER LA CORRETTA MANUTENZIONE ORDINARIA

come fare la pulizia condizionatori

Grandi alleati estivi, i condizionatori sono sempre più diffusi nelle case italiane: nel corso degli anni la loro tecnologia si è evoluta e oggi esiste una grande varietà di modelli di condizionatori e climatizzatori adatta alle esigenze di ciascuno. A seconda della situazione, della dimensione e della struttura della propria abitazione, è possibile scegliere i modelli di condizionatore più adatti per garantire un comfort ottimale e un funzionamento senza sprechi di energia.

La riduzione degli sprechi energetici passa però, anche da una corretta manutenzione degli apparecchi e da una pulizia periodica che consente al tuo condizionatore di funzionare meglio e di garantire una migliore qualità dell'ambiente in cui vivi. Vediamo quindi quali sono i passaggi da seguire per effettuare una corretta pulizia del climatizzatore.

Quando va fatta la pulizia del condizionatore

Cominciamo col dire che il tuo impianto di condizionamento andrebbe pulito due volte l'anno:

  • in autunno, alla fine della stagione di utilizzo;

  • a inizio estate, prima di accenderlo.

Sebbene si possa pensare che pulire l'aria condizionata una volta all'anno possa essere sufficiente, bisogna tener presente che la pulizia autunnale, subito dopo aver spendo l'impianto, consente di eliminare i depositi di polvere e sporco accumulati nei mesi di attività evitando che questi si incrostino e diventino più resistenti. Una seconda pulizia a inizio estate, più semplice e veloce, consente di eliminare l'eventuale polvere accumulatasi nei mesi invernali all'interno degli split che lo sporco depositatosi nel motore esterno esposto agli agenti atmosferici, rendendo così più pulita e salubre l'aria prodotta dall'impianto di condizionamento dopo la sua accensione. 

Pulizia condizionatori fai da te: i passaggi da seguire

Oltre ad essere un vantaggio per la salute, un condizionatore pulito funziona in modo più efficiente riducendo i consumi energetici e l'impatto sulla bolletta della luce. Vediamo quindi quali sono i passaggi da seguire per pulire i condizionatori di casa in modo semplice e veloce.

Come fare la pulizia del condizionatore in autunno

Quando l'estate è terminata e non hai più bisogno di accendere il condizionatore, ecco i passaggi che devi seguire per una corretta pulizia del tuo impianto al termine del suo utilizzo:

  • Pulizia dell'unità esterna del condizionatore: acqua tiepida e uno sgrassatore sono tutto quello di cui hai bisogno per pulire il motore esterno ed eliminare lo sporco accumulatosi durante l'uso; Se non prevedi di utilizzare la pompa di calore, puoi anche decidere di proteggere l'unità esterna con un telo così da evitare che, durante l'inverno, si sporchi eccessivamente.

  • Pulizia dei filtri: preleva i filtri dagli split o dalla macchina principale in caso di impianto canalizzato seguendo le istruzioni del produttore. Una volta scollegati, puoi pulirli delicatamente con l'aspirapolvere e lavarli con acqua tiepida e sapone neutro. Lasciali asciugare completamente prima di installarli nuovamente nell'impianto.

  • In caso di impianto canalizzato, pulisci con acqua e sapone neutro anche le griglie da cui esce l'aria condizionata, così da eliminare l'eventuale polvere.

Come pulire i condizionatori in estate, prima dell'accensione

Prima di riaccendere i condizionatori in estate, è bene dare una seconda pulizia all'impianto. In particolare, se hai già provveduto a pulirli adeguatamente a fine utilizzo, prima dell'accensione dovrai solo aver cura di:

  • rimuovere la polvere depositata su griglie e filtri;

  • pulire l'unità esterna, soprattutto se durante l'inverno è rimasta esposta agli agenti atmosferici. 

Ricordati sempre di lasciare asciugare molto bene i filtri prima di inserirli negli split o nel motore e, soprattutto, di fare tutti questi interventi a condizionatore spento, meglio se con il relativo interruttore principale nel quadro elettrico disinserito.

Periodicamente, una volta ogni anno o ogni due anni, puoi anche richiedere un controllo di un tecnico specializzato che possa verificare il corretto funzionamento di tutto il sistema di condizionamento ed effettuare una pulizia più profonda dell'impianto.