THE LAST LAST SUPPER V2.0 – LEONARDO E LA VISIONE RITROVATA

Tra pochi giorni chiude la mostra The Last Last Supper. Leonardo e la visione ritrovata V2.0, rassegna di artisti internazionali esposti a Villa Burba di Rho a partire dal 7 febbraio 2016. La mostra, curata da Antonio d’Avossa, ha avuto il consenso di molti visitatori, tanto che il compositore Stefano Gueresi durante il suo concerto del 5 marzo ha dedicato alla mostra un brano appositamente composto.

Le opere d’arte sono distribuite in due sedi, la suggestiva Villa e la Corte Rustica di un antica dimora di Delizia, e si intersecano con l’esposizione di curiosi oggetti pop provenienti anche da Cina, Usa e Russia (magliette, skateboard, orologi, mobile case ecc.) che, insieme a circa cinquanta foto di cenacoli tatuati su corpi umani, testimoniano la popolarità trasversale di questa immagine religiosa.  Gli artisti in mostra sono: Joseph Beuys, Federico Bozzano, Adolphe Braun, Philip Corner, Ferdinando Cunsolo, Giulio De Mitri, Antonio Di Biase, Barbara Faessler, Jacob Frey, Maria Cristina Galli, FabrizioGarghetti, Geoffrey Hendricks, Maurice Henry, Alison Knowles, Jiri Kolar, Dimitri Kozaris, David La Chapelle, Elisabetta Lattanzio Illy, Franco Marrocco, Francesco Martines, Eris Mone, Raffaello Morghen, Tomoko Nagao, Brigitte Niedermair, Ester Maria Negretti, Hermann Nitsch, Nicola Pankoff, Ben Patterson, Guido Peruz, Andrea Solario, Daniel Spoerri, Rudolf Stang, Christian Tobas, BenVautier, Wolf Vostell, Andy Warhol, Uli Weber.

Nuovenergie spa ha sostenuto l’iniziativa e vi invita a non perdere l’opportunità di visitarla! Cliccate qui per maggiori informazioni.