index

 

 

 

 

 

TUTTO QUELLO CHE NON SAPEVI SUL GAS E SULL’ENERGIA ELETTRICA

 – Il gas naturale è costituito in gran parte da metano.
 
 – Il metano viene considerato più pulito del carbone e del petrolio perché durante la combustione immette nell’aria meno sostanze inquinanti.
 
 – Il gas naturale, così come anche il petrolio, si è formato dai resti di piante e di microscopici organismi acquatici sedimentati su antichi mari e laghi.
 
 – Il gas metano di per sé non è tossico: diventa pericoloso quando la percentuale di gas nell’aria raggiunge certe percentuali generando un pericolo di esplosione.
 
 – Il metano è inodore, incolore e insapore e viene “odorizzato” mediante un processo chimico prima di essere distribuito nelle reti domestiche di modo da renderne avvertibile la presenza e diminuire la pericolosità.
 
 – In Italia, più dell’80% degli approvvigionamenti energetici provengono dall’estero e soprattutto dalla Francia, dalla Russia, dall’Algeria e dall’Olanda.
 
 – L’elettricità è una fonte di energia secondaria perché deve essere prodotta bruciando combustibili oppure sfruttando i dislivelli d’acqua, i venti o il Sole.
 
 – L’energia elettrica, fatta eccezione per le batterie, non si può accumulare: deve essere prodotto quando serve e nella quantità che serve.
 
 – Il gas naturale venne scoperto circa 200 anni fa da Alessandro Volta che notò che le piccole bolle gassose che salivano dai fondali del Lago Maggiore si incendiavano avvicinando un fiammifero acceso.
 
 – Il consumo energetico giornaliero del nostro organismo (sonno incluso) è molto simile al fabbisogno energetico elettrico della nostra casa.
 
 – Nelle vecchie lampadine ad incandescenza solo il 10% dell’energia prodotta era utilizzata per illuminare mentre il restante 90% si disperdeva in calore.
 
 – Installando una caldaia di nuova generazione si possono ridurre i consumi energetici fino al 10%.
 
 – La somma dell’energia spesa per alimentare tutti gli elettrodomestici che lasciamo in standby consentirebbe, se risparmiata, la chiusura di una centrale elettrica.
 
 – Una centrale elettrica da 2 GW impiega circa 5,4 secondi per produrre 3000 kWh e cioè il consumo medio di una famiglia italiana in un anno.
 
 – L’elettricità che attraversa i fili delle luce è la stessa che fa scatenare i fulmini.