CAMBIO FORNITORE
 
Voglio passare a NuovEnergie. Cosa devo fare?
Cambiare fornitore è semplice. Per passare a NuovEnergie vi basterà sottoscrivere il contratto di fornitura e saremo noi a pensare a tutte le pratiche di chiusura del precedente contratto.
 
Quanto costa cambiare fornitore?
Cambiare fornitore è completamente gratuito, salvo eventuali spese amministrative.

 

Se cambio fornitore viene interrotta la fornitura per un periodo?
Assolutamente no! Il passaggio ad un nuovo fornitore non comporta alcuna interruzione del servizio.
 
Voglio cambiare fornitore. Devo sostituire il contatore?
Passando ad un nuovo fornitore sono solo le condizioni commerciali a variare. Non è necessario sostituire il contatore o alcun intervento agli impianti. 
 
Ho stipulato un contratto con NuovEnergie. Devo comunicarlo al mio vecchio operatore?
Una volta sottoscritto il contratto con NuovEnergie saremo noi ad inviare la richiesta di recesso al distributore locale e al vecchio fornitore, senza che ci siamo altre incombenze per il cliente.
 
Ho stipulato un contratto con NuovEnergie. Quando inizierà la nuova fornitura?
Per i contratti stipulati entro una certa data, la fornitura partirà tendenzialmente dopo circa 1 o 2 mesi. Per esempio per contratti stipulati in un giorno qualsiasi di aprile (per esempio il 18 aprile), il passaggio al nuovo fornitore avverrà il 1° giugno. Qualche giorno prima del passaggio, il distributore effettua una lettura del contatore per consentire al vecchio operatore di emettere l’ultima bolletta con un eventuale conguaglio. Questo stesso valore rappresenta anche il punto di partenza per il conteggio dei consumi addebitati dal nuovo operatore nelle successive bollette.
Di norma, il preavviso per il recesso di un contratto è di 1 mese per i clienti domestici (sia per l’energia elettrica che per il gas) e di 3 mesi per i possessori di partita IVA e/o imprese (solo per l’energia elettrica. Per il gas resta il periodo di preavviso di 1 mese).
 
Mi sono appena trasferito in un’abitazione che ha un contratto attivo con Nuovenergie ma intestato al vecchio inquilino. Cosa devo fare?
Se ti sei trasferito in un’abitazione in cui è già attivo un contratto con Nuovenergie intestato però ad un’altra persona, sarà necessario effettuare un subentro. In questo modo si potrà procedere alla stipula di un nuovo contratto con una nuova intestazione.
 
C’è il rischio di un peggioramento del servizio nel caso in cui cambio fornitore?
L’Autorità per l’Energia Elettrica e Gas ha stabilito degli standard qualitativi per il fornitore di energia elettrica e gas. Nello specifico, sono definiti i tempi entro i quali i soggetti che si occupano di fornitura e di distribuzione devono rispondere alle richieste o ai reclami dei clienti. Se questi standard non vengono rispettati, in casi estremi, sono previste delle sanzioni.
 
Ho cambiato fornitore e sono passato al mercato libero. Posso tornare al mercato tutelato? In che modo?
Il cliente può, in qualsiasi momento, tornare al mercato tutelato anche se è recentemente passato al mercato libero. Bisogna però prestare attenzione alle condizioni contrattuali con l’attuale fornitore e rispettare il preavviso previsto dal contratto.
 
Quante volte posso cambiare fornitore? Esiste un limite?
No! Un utente di gas ed energia elettrica può decidere di cambiare fornitore quando e quante volte preferisce. Non esiste infatti alcun limite.